Anonymus dichiara guerra a Israele

Anonymus dichiara guerra a Israele

venerdì 8 dicembre 2017

Anonymous attacca Israele nel cyberspazio #OpIsrael #OpUSA.

Nelle ultime ore gli hacktivisti con la maschera hanno divulgato nomi, email e password di impiegati pubblici israeliani e diffuso blacklist di siti governativi Usa invitando a colpirli per protestare contro le politiche americane in Medio Oriente.

Sono solo una manciata i siti bucati ma già da qualche ora circola un leak copioso di nominativi e asset strategici israeliani: questa volta Anonymous ha assunto le sembianze dei difensori della Palestina per protestare contro la scelta di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

Anonymus dichiara guerra a Israele.

L’assalto al cyberspace israeliano è cominciato con la solita dichiarazione in stile Anonymous: “Governi di Usa e Israele la nostra pazienza è finita! Basta parole, Adesso si agisce. Anonymous non può stare in silenzio davanti alle vostre azioni. È tempo di Anonymous.”

Gli attivisti con la maschera di Guy Fawkes hanno anche fatto un video e su twitter impazza l’hashtag di Operazione Israele, #opisrael, il modo in cui danno il nome alle loro campagne. Sono stati perfino riesumati gli alias di anonimi fiancheggiatori cyber dell’ISIS come Anonghost per partecipare all’attacco.

L’iniziativa punta a coniugare due battaglie di lungo corso degli attivisti di Anonymous: #OpUSA e #OpIsrael con una serie di hashtag aggiuntivi per la liberazione della Palestina e il riconoscimento di Gerusalemme come sua capitale.

Il dump su cyberguerrilla.org.

Intanto in rete circola un dump, una sorta di copia di database contenenti i nomi e indirizzi email di impiegati governativi e presunti agenti del Mossad, il servizio segreto israeliano.

In rete si discute se siano dati sensibili e utili per ulteriori attacchi, ma di certo la guerriglia online scatenata da chiunque oggi indossi la maschera di Anonymous contro il riconoscimento di Gerusalemme stra producendo decine e decine di immagini propagandistiche e di messaggi contro Trump, gli Usa e il governo Nethanhyau.

  • Arturo Di Corinto - cybersecurity.startupitalia.eu

Anonymous Shop

Prodotti con un tocco di personalità. Stampati con motivi unici, che non troverai altrove. Realizzati da professionisti. Il tuo ordine è nelle mani giuste: stampa e spedizione curate da Spreadshirt.

NordVPN, proteggi la tua navigazione dagli hacker e dalla sorveglianza.

Proteggi tutti i tuoi dispositivi.

2 anni - Risparmi il 72%
Anonymous Shop

Prodotti con un tocco di personalità. Stampati con motivi unici, che non troverai altrove. Realizzati da professionisti. Il tuo ordine è nelle mani giuste: stampa e spedizione curate da Spreadshirt.

NordVPN, proteggi la tua navigazione dagli hacker e dalla sorveglianza.

Proteggi tutti i tuoi dispositivi.

2 anni - Risparmi il 72%

Parole chiave

Israel Palestine

Traduzione

Anonymous IRC Operation Italy

Anonymous IRC Operation Italy

Salve Mondo, Noi siamo Anonymous. Abbiamo deciso di fornirvi istruzioni riguardo alcune possibilità di partecipazione al nostro comune ideale. (...)


Anonymous Italia: Lettera aperta ai repressori

Anonymous Italia: Lettera aperta ai repressori

Lettera aperta ai repressori. Sui giornali sono usciti trionfanti articoli riguardo l’operazione "Unmask" con la quale la Procura di Roma ha (...)


Buon compleanno Jeremy Hammond

Buon compleanno Jeremy Hammond

Jeremy Hammond aka Anarchaos è nato l’8 gennaio. “Se non avessimo Jeremy Hammond, Edward Snowden, Chelsea Manning, Barrett Brown, non avremmo una (...)


Anonymous #OpCharlieHebdo

Anonymous #OpCharlieHebdo

Anonymous Italia #OpCharlieHebdo. Gente di tutto il mondo, Il momento è grave. Il 7 gennaio 2015, la libertà di espressione è stata attaccata. I (...)


Anonymous al femminile: cyber hacktiviste creano 'FemAnonFatal'

Anonymous al femminile: cyber hacktiviste creano ’FemAnonFatal’

Arriva sul web ’FemAnonFatal’, ala femminile di Anonymous. La nuova costola del gruppo di ’hacktivisti’, riferisce il portale ’Difesa & (...)


Anonymous #OpICE

Anonymous #OpICE

Saluti, siamo anonymous. I senza voce, coloro che cercano riparo dai danni dei loro governi hanno guardato agli Stati Uniti come un faro di (...)


WikiLeaks

Inviare documenti a WikiLeaks

Il personale di Wikileaks verifica il documento ricevuto e poi provvede alla sua diffusione.


/e/ Foundation
eFoundation è un'associazione senza scopo di lucro che guida lo sviluppo di sistemi operativi Open Source per mobile rispettosi della privacy dei dati degli utenti.

Tor Browser
Tor Browser
Comunicazioni confidenziali senza che vengano monitorate

NordVPN
Proteggi tutti i tuoi dispositivi.
2 anni - Risparmi il 72%